Verily Study Watch lo smartwatch di Google per la Salute

Edoardo Carlo Ceretti

Dopo aver iniziato il rilascio dell’aggiornamento ad Android Wear 2.0 (anche se con qualche difficoltà), Google sta continuando ad interessarsi attivamente al mondo degli smartwatch, che ancora sembra dover trovare la propria strada per potersi affermare come una tecnologia davvero indispensabile nella vita quotidiana.

Proprio in questa direzione sembra si stia muovendo Verily, una divisione di Alphabet dedicata a studi per l’applicazione delle più avanzate risorse tecnologiche in ambito sanitario. Verily ha infatti appena annunciato di essere al lavoro su un progetto di smartwatch piuttosto particolare.

Infatti, siamo ormai abituati che i nostri dispositivi indossabili raccolgano dati sulla nostra attività quotidiana, per spingerci ad essere fisicamente più attivi, ma ciò che Study Watch (questo il nome del wearable) si propone di fare è di raccogliere e monitorare dati più approfonditi quali l’elettrocardiogramma, l’attività elettrodermica, oltre ovviamente alla frequenza cardiaca, il tutto raggiungendo alti livelli di ergonomia, per rendere meno fastidioso possibile l’uso quotidiano del dispositivo.

LEGGI ANCHE: Android Wear 2.0 in arrivo su questi smartwatch

Per gli amanti delle specifiche più tradizionali, segnaliamo anche la presenza di un display ‘always on’ a bassissimo consumo, che consente di raggiungere ben una settimana di autonomia con tutti i sensori sempre attivi, cosa che qualsiasi smartwatch evoluto si sogna. I dati raccolti, crittografati per una maggiore sicurezza, vengono salvati sulla memoria del dispositivo e poi sincronizzati con uno smartphone.

Attualmente non è ancora chiaro se questo dispositivo sarà equipaggiato o meno con Android Wear (a giudicare dall’autonomia, diremmo proprio di no); resta comunque interessante osservare i futuri sviluppi di questa tecnologia, che potrebbe facilitare la cura quotidiana della salute delle persone.

Via: Android PoliceFonte: Verily

Articoli Corelati

Samsung Galaxy S8: lo schermo è davvero così fragile? – VIDEO

Modalità incognito a prova di spione su Chrome, la mossa di Google

Error 403 (Forbidden)!!1 body{background:url(//www.google.com/images/errors/robot.png) 100% 5px no-repeat;padding-right:205px}p{margin:11px 0 22px;overflow:hidden}ins{color:#777;text-decoration:none}a img{border:[email protected] screen and (max-width:772px){body{background:none;margin-top:0;max-width:none;padding-right:0}}#logo{background:url(//www.google.com/images/branding/googlelogo/1x/googlelogo_color_150x54dp.png) no-repeat;margin-left:[email protected] only screen and (min-resolution:192dpi){#logo{background:url(//www.google.com/images/branding/googlelogo/2x/googlelogo_color_150x54dp.png) no-repeat 0% 0%/100% 100%;-moz-border-image:url(//www.google.com/images/branding/googlelogo/2x/googlelogo_color_150x54dp.png) [email protected] only screen and (-webkit-min-device-pixel-ratio:2){#logo{background:url(//www.google.com/images/branding/googlelogo/2x/googlelogo_color_150x54dp.png) no-repeat;-webkit-background-size:100% 100%}}#logo{display:inline-block;height:54px;width:150px}]]>403. That’s an error.Your client does not have permission to get URL / from this server. (Client IP address: 2a01:4f8:151:20aa::2)That’s all we know.

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments